giovedì 8 novembre 2018

Recensione - "Diario di una moglie tradita" di Palma Lavecchia

TITOLO: Diario di una moglie tradita
AUTORE: Palma Lavecchia
PREZZO: € 12,00

Delia ha 52 anni, lavora come interprete per il Tribunale, ed è sposata da trent'anni con Giorgio, stimato avvocato penalista. Hanno due figli: Dorotea, di 26 anni, laureata in Giurisprudenza e già inserita nello studio del padre, e Amedeo, che di anni ne ha 19, e prima di intraprendere il percorso universitario vorrebbe tentare un'esperienza all'estero. Ma improvvisamente l'apparente serenità in cui è calato l'intero mondo di Delia, donna elegante e mite, viene squassata dalla scoperta di una verità devastante: nella vita di Giorgio c'è un'altra donna. Delia, nonostante sia sconvolta e amareggiata, inizialmente decide di fingere di non sapere e riportare suo marito accanto a sé per amore della famiglia; ma i suoi piani saranno destinati a fallire. Intanto, è al Diario che Delia affida ogni più intima confidenza, ogni emozione, e ne fa un discreto testimone di scelte, consapevolezze, colpi di scena, sentimenti inediti, che terranno il lettore legato fino all'ultima pagina.

LA MIA RECENSIONE

Ringrazio Palma Lavecchia per questo bellissimo romanzo e per avermi dato la possibilità di conoscere una parte della vita di Delia, una donna di 52 anni che scopre il tradimento di suo marito Giorgio con una ragazza poco più grande della loro figlia. Delia da libero sfogo al suo diario, al quale dona le sue riflessioni, la sua rabbia, il suo schifo per un marito che non la merita.
Il romanzo è scritto sotto forma di diario dove la protagonista racconta partendo dalla scoperta del tradimento subito, fino alla decisione definitiva, che sarà il perdono o la rottura di un matrimonio? Una storia che mi ha rapita totalmente, infatti ho letto il romanzo in un giorno, mi sono sentita catapultata tra le pagine di quel diario, un diario scritto da un'amica ad un'altra amica, è così che mi sono sentita, amica di Delia, condividendo la sua esperienza inaspettata. 
Delia è uno di quei personaggi dai quali bisogna prendere esempio, lei dopo aver scoperto del tradimento, malgrado abbia provato un odio profondi verso suo marito, malgrado l'istinto di esplodere, ha affrontato la situazione con tutta la calma di questo mondo, una calma apparente che le ha dato la possibilità di prendere la decisione giusta...lo ha fatto per i suoi figli, ed ha deciso di agire cercando di ostacolare le scappatelle di suo marito, ha avuto il coraggio di sorridere, di continuare tutto come se nulla fosse, fino al giorno in cui una frase detta cambia tutto e la porta a prendere una decisione. 
Un romanzo molto riflessivo che fa capire tante cose, il diario di una donna che ha forza da vendere, perché chiunque al suo posto avrebbe agito d'istinto senza ragionare, a differenza di Delia.
Durante la lettura, come ho già detto, mi è parso di leggere il diario di un'amica e ho considerato tutte le riflessioni, gli eventi, le confessioni come parole destinate a me per sfogarsi e parlare con qualcuno. Un romanzo che consiglio a tutti di leggere.
ANNALISA

Nessun commento:

Posta un commento