giovedì 25 gennaio 2018

SEGNALAZIONE: NOVITA' DALLA CASA EDITRICE FAZI EDITORE

Cari lettori oggi vi segnaliamo le novità di FAZI EDITORE che troverete in libreria e negli store on line dal 25 GENNAIO.






                              TITOLO: PER DUEMILA ANNI
                              AUTORE: Mihail Sebastian
                              EDITORE: Fazi editore   
                              COLLANA: Le strade 
                              TRADUZIONE: dI Maria Luisa Lombardo   
                              PAGINE: 200   
                              PREZZO: € 17,00 


In occasione del Giorno della memoria, il diario romanzato di un intellettuale
ebreo: una delle prime tragiche testimonianze dell’ascesa dell’antisemitismo
in Europa. Uscito per la prima volta nel 1934 suscitò reazioni violente e
avverse.

Il libro Romania, anni Venti. L’antisemitismo sta avanzando. Il
protagonista, un ebreo studente presso l’Università di Bucarest,
insieme ai suoi colleghi correligionari subisce quotidianamente
angherie e soprusi. Attraverso il suo vissuto quotidiano e le
conversazioni con chi gli sta accanto – il determinato marxista S.T.
Haim, il sionista Sami Winkler o il carismatico professor Ghiță Blidaru
–, cerca di dare un senso a un mondo che sta cambiando e all’oscurità
che sta calando sul suo paese e minaccia di distruggerlo. Un
documento inestimabile e un racconto doloroso su uno dei periodi più
cupi della storia europea. Un drammatico Bildungsroman in cui la
travagliata maturazione del protagonista si chiude alla vigilia di un
tragico bagno di sangue.

DICONO DI LUI...

«Cattura magistralmente l’atmosfera ante-guerra in Romania, la sofisticatezza, la sua
bellezza, l’orrore… Amo il coraggio di Sebastian, la sua leggerezza e il suo umorismo».
John Banville

«La sua prosa potrebbe provenire dalla penna di Cechov: ha la stessa umiltà, lo stesso
candore e la stessa sottigliezza nell’osservazione». Arthur Miller

«Pungente, contemplativo, complesso, provocatorio… Più che un affascinante
documento storico, è un romanzo coerente e convincente». «Financial Times»


NOTIZIE SULL'AUTORE

Mihail Sebastian Nato in Romania nel 1907, era un colto avvocato di Bucarest, critico
letterario e autore teatrale. Durante gli anni di ascesa degli ideali di estrema destra e del
regime del maresciallo Antonescu, Sebastian fu costretto a nascondersi sotto uno
pseudonimo per poter continuare a scrivere, eludendo le dure leggi antisemite. Con la
liberazione della Romania da parte dell’Armata Rossa, Sebastian poté ritornare a
insegnare presso l’Università di Bucarest, ma per una perfida ironia della sorte, morì
investito da un camion poche settimane dopo, il 29 maggio del 1945, mentre aspettava il
tram per recarsi alla sua prima lezione.








                          TITOLO: 120 RUE DE LA GARE
                          AUTORE: Léo Malet
                          EDITORE: Fazi Editore
                          COLLANA: Darkside
                          PAGINE: 210
                          PREZZO: € 15,00

Torna in libreria uno dei capolavori di Léo Malet: la prima apparizione dell’affascinante Nestor Burma, un romanzo che non può mancare nelle librerie di
chi colleziona la serie, ma anche un’ottima occasione per fare la conoscenza del
detective anarchico e delle sue avventure.

Il libro Nestor Burma deve scoprire l’assassino di Bob Colomer, suo socio
all’agenzia investigativa Fiat Lux. C’è la guerra, Burma è appena tornato dal
campo di prigionia e vede per caso Colomer davanti alla stazione di
Perrache. Proprio quando i due si riconoscono e stanno per incontrarsi dopo
tanto tempo, Colomer cade a terra, freddato da un colpo di pistola. Prima di
morire riesce però a sussurrare all’amico un indirizzo: 120, rue de la Gare.
Lo stesso che Burma aveva sentito ripetere all’ospedale militare da un
prigioniero colpito da amnesia. Sulla scena del delitto c’è una ragazza
armata. È lei l’assassina?

DICONO DI LUI...

«Malet è, giustamente, ritenuto fra le voci più alte del noir francese».
Giancarlo de Cataldo

«Maestro del noir, Malet è giudicato, non a torto, migliore di Simenon».
Corrado Augias

«Lo stile di Malet è quello dell’unico vero maestro del polar».
Gianni Mura, «la Repubblica»

«Uno dei detective più riusciti del noir novecentesco. Un classico. E basta».
Fabrizio d’Esposito, «il Fatto Quotidiano»


NOTIZIE SULL'AUTORE

Léo Malet (1909-1996) Nato nel 1909 a Montpellier, figlio di una sarta e di un impiegato,
rimane prestissimo orfano. È il nonno bottaio, grande lettore, che si prende cura di lui e lo
inizia alla letteratura. Nel 1943 pubblica 120, rue de la Gare, con cui esordisce la sua
creazione narrativa più celebre: l’investigatore privato Nestor Burma, protagonista di una
trentina di avventure. Muore nel 1996. Fazi Editore ha pubblicato Le acque torbide di
Javel e Nebbia sul ponte di Tolbiac (2016), Il boulevard delle ossa e Delitto al luna park

(2017).



BUONA LETTURA STEFY...

Nessun commento:

Posta un commento