lunedì 11 dicembre 2017

RECENSIONE: IL RE DEGLI INGANNI - Simona Friio -

Cari lettori oggi vi parlerò del bellissimo romanzo storico "IL RE DEGLI INGANNI" scritto dalla bravissima Simona Friio. E' la prima volta che mi cimento nella lettura di un romance storico, ma devo dirvi che mi è piaciuto molto.
In questa seconda edizione l'autrice ha rinnovato la copertina e inserito contenuti inediti.


TITOLO: IL RE DEGLI INGANNI
AUTORE: SIMONA FRIIO
EDITORE: Cora Graphics
PAGINE: 528
PREZZO EBOOK: € 3,49
PREZZO CARTACEO: € 15,60


E' il 1387 quando Alma della Casa di Pietà raggiunge la Val d'Ossola, lasciando l'abbazia dove, sotto mentite spoglie, ha appreso gli insegnamenti dei monaci di San Gallo. La sua ambizione è emanciparsi, riscattasi da una condizione debole e umiliante perchè le femmine non sono buone a niente, questo le dicevano le consorelle prima che fuggisse dal convento natio.
A Candoglia si presenta con lo stesso nome con il quale si è ritagliata un posto alla scuola dell'abate Remigius, Goffredo, ed è in cerca di un impiego.
La cava nei pressi del monte Orfano si dice che dia lavoro a molti. A Milano si sta costruendo la cattedrale dei Visconti e tanta operosità sembra fatta proprio al caso suo. Il Maestro di pietra, Rodolfo Della Terra, accetta di arruolarla nella squadra, ma le affida mansioni leggere. Si è accorto subito del suo fisico da signorino...
Alma, affascinata dalla vita in cava, entusiasta della vita in generale al di fuori di un convento, si lascia stregare dalla quotidianità di una realtà rurale fatta di cose semplici. Impara ad apprezzare le persone e le loro debolezze. Tocca con mano la sofferenza e il dolore, quando la peste arriverà a mietere centinaia di vittime. C'è una cosa, però, che ostacola il suo desiderio di emancipazione: i sentimenti che nutre verso Rodolfo Della Terra...Ed è sotto il peso di quel segreto che Alma lascia Candoglia e approda a Milano, la città per eccellenza, il regno dei Visconti.
A causa di un equivoco, però, è imprigionata nella fortezza, dove conosce Francesco Novello detto il Carrarese, erede della Signoria di Padova. Nonostante le condizioni e l'avversa circostanza della prigionia, fanno conoscenza. Escogitano un piano ed evadono, ma lei è costretta a rivelargli la propria identità.
Il clima che si respira è foriero di sventura. La minaccia di un'altra guerra per la conquista dei territori è alle porte e la questione papale si riaccende: Avignone o Roma? Gli eserciti sono in marcia verso Alessandria.
Rodolfo con il suo piccolo esercito di picasass e contadini, si unisce alle milizie viscontee per combattere contro lo stesso Carrarese. E contro di lei...



E' un romanzo dalla trama molto avvincente, con riferimenti storici molto curati, la narrazione risulta molto scorrevole e coinvolgente sin dalle prime pagine. L'autrice è riuscita ad amalgamare la parte storica con quella sentimentale in modo veramente impeccabile e unico, solo come lei sa fare, stando attenta ai particolari degli avvenimenti storici. I personaggi sono ben delineati e passionali.
Il finale non è scontato ed è ricco di sorprese.
Se vi piace il genere storico con un tocco di romanticismo non potete non leggere questa bellissima storia d'amore.
Anche questa volta Simona Friio ha dato il meglio di sè in una storia d'amore.
BUONA LETTURA...STEFY

https://www.amazon.it/Il-degli-inganni-Simona-Friio-ebook/dp/B07116BWG5/ref=asap_bc?ie=UTF8



Nessun commento:

Posta un commento