sabato 8 luglio 2017

Recensione: La ragazza del passato


TITOLO: La ragazza del passato
AUTORE: Amy Gentry
EDITORE: Garzanti
PREZZO: cartaceo € 16,90 - ebook € 9,99
PAGINE: 239


È una splendida serata estiva in un quartiere di Houston. E a casa Whitaker tutto è tranquillo. Finché qualcuno non bussa alla porta. Sulla soglia compare una ragazza con grandi occhi blu e lunghi capelli biondi. È a piedi nudi. Ha il viso pallido, segnato dalla stanchezza. Ad Anna, però, quel viso è familiare. Non appena allunga le braccia per sorreggerla, ne è certa: è sua figlia Julie, scomparsa otto anni prima. Quella figlia che non vedeva l'ora di riabbracciare è finalmente tornata a casa sana e salva. Ma i dubbi non tardano ad arrivare e ben presto si fanno sempre più insistenti. Anna vorrebbe ignorarli. E invece l'accompagnano ovunque. Con quale coraggio osa solo pensare che quella ragazza spaventata non sia veramente sua figlia? Da madre attenta e premurosa, non può permettere che la minima incertezza faccia vacillare il suo cuore. Eppure c'è qualcosa di diverso in Julie. Piccoli dettagli e comportamenti che non le ricordano sua figlia. E allora Anna non può fare a meno di chiedersi se sia la verità quella che la ragazza racconta o sia tutta una montatura. Di domandarsi come mai salti le sedute dal terapista. O cosa c'entri in tutta questa storia il ritrovamento del corpo di una giovane in una casa dall'altra parte della città. Quando un investigatore privato la contatta dicendole di aver scoperto qualcosa, Anna non sa più cosa fare. E se Julie si stesse solo prendendo gioco di lei? Se non fosse veramente sua figlia? Anna non tarderà a scoprire che l'impossibile a volte è possibile. Perché non tutto è come sembra...

Se avete voglia di leggere un bel thriller, "la ragazza del passato" è quello che vi consiglio.
Anna e Tom vivono uno dei drammi più difficili da superare per due genitore, la scomparsa della propria figlia di tredici anni, Julie, più che scomparsa si tratta di rapimento.
Dopo otto anni di dolore, di speranza, di ricerche, una sera mentre Anna, Tom e la loro figlia minore Jane stanno cenando, bussano alla porta e si trovano di fronte una ragazza...Julie, la loro cara figlia scomparsa otto anni prima.
Con il ritorno di Julie tutto sembra andare per il verso giusto, il dolore fa spazio alla gioia, ma tutto ciò non durerà, perché Anna inizierà ad avere dei dubbi sulla reale identità di Julie, è davvero la figlia scomparsa? O è solo un'intrusa che vuole prendersi gioco di loro?
Un romanzo travolgente dalle molteplici emozioni, un romanzo che parla di scomparsa, paura, dubbi, sofferenza, che tratta tematiche molto attuali come l'abuso di minori e la loro manipolazione, rapporto madre e figlia.
Inizialmente la lettura è stata un po lenta, i primi capitoli non sono stati da...WOW...ma poi proseguendo il WOW è stato d'obbligo, la storia infatti ha iniziato a coinvolgermi sempre più rendendo impossibile staccarsi dalle pagine, le emozioni che ho provato sono state tante, la gioia di ritrovare una figlia scomparsa, la rabbia, la tristezza, la pena per tutte le vicende che vengono dopo, vicende molto dure che lasciano il segno.
Un romanzo che coinvolge e che vi lascerà senza fiato...quindi io ve lo consiglio.


1 commento:

  1. Ce l'ho, quando ho finito dei libri che devo dare a mia sorella mi ci dedico con tutto il cuore :-)

    RispondiElimina