venerdì 11 novembre 2016

Recensione / The Siren


THE SIREN

DI 

KIERA CASS

CASA EDITRICE: SPERLING & KUPFER

PREZZO: EURO 17,90, DISPONIBILE ANCHE IN EBOOK

PAGINE 290

Kahlen è una sirena, una meravigliosa e pericolosa creatura al servizio dell'Oceano. Ma non è sempre stato così. C'è stato un tempo in cui Kahlen era soltanto una ragazza come tutte le altre. Poi, un giorno, mentre stava annegando, l'Oceano l'ha salvata e le ha regalato una seconda possibilità. Anche se a un prezzo terribile. Per ripagare il suo debito, Kahlen infatti ha dovuto rinunciare a una vita normale e ai suoi sogni, primo fra tutti quello di amare ed essere amata, per attirare in acque mortali, con il suo canto letale e ammaliatore, altri esseri umani. Per cento anni. Solo allo scadere di questo tempo, potrà finalmente tornare a parlare, ridere e vivere liberamente. Fino ad allora una sua parola sarà sufficiente a uccidere un uomo. Così, quando un giorno incontra Akinli, Kahlen sa bene che legarsi a lui è l'errore peggiore che possa fare. Innamorarsi di un essere umano infrange tutte le regole dell'Oceano. Ma Akinli, gentile, premuroso e bellissimo, è il ragazzo che ha sempre sognato. Quanto sarà disposta a rischiare per seguire il suo cuore?


Ho sempre amato le sirene fin da bambina, il mio amore per questi esseri magici e misteriosi è nato grazie al film d' animazione Disney "La Sirenetta", un classico che amo ancora, immaginavo di vivere in fondo al mare con una bellissima coda ed una voce divina, proprio come Ariel, e mi divertivo molto anche a disegnarle, questo fascino verso le sirene è durato fino ad oggi, per me sono creature mitologiche pene di fascino e mistero, e ancora oggi alla domanda "cosa vorresti essere?" risponderei "una bellissima sirena".


Quando navigando sul web ho visto l'uscita di "The Siren" non ho resistito, come non leggere una storia che parla di sirene?
"The Siren" è la storia di Kahlen che durante un naufragio, mentre rischia di annegare, prega di non morire, così Madre Oceano ascoltando la sua preghiera decide di salvarla, trasformandola in sirena e ricevendo in cambio la sua fedeltà.
Kahlen e le sue sorelle sirene devono servire Madre Oceano per cento anni e nutrirla provocando naufragi portando alla morte i passeggeri delle navi con il loro canto. Le sirene devono prestare obbedienza a Madre Oceano, non possono parlare con gli umani, ma possono vivere con loro, e non possono innamorarsi di loro, ma un giorno Kahlen incontra Akinli, un umano, e dopo tanti anni di obbedienza, quando la sua vita da sirena stà per terminare,  Kahlen rischia di perdere tutto. Ma si sa, davanti al vero amore non ci si arrende.

Ho letto il romanzo tutto d'un fiato, l'ho trovato meraviglioso, a primo impatto sono stata colpita dal titolo, "THE SIREN", e dalla copertina che è davvero meravigliosa, la trama mi ha preannunciato una bella storia d'amore tra una sirena ed un umano, ma niente di più, una volta iniziata la lettura la storia ha superato le mie aspettative, infatti a primo impatto ho avuto timore di imbattermi in un romanzo stancante, e invece no, il romanzo ha completamente catturato la mia attenzione e non sono riuscita a staccarmi dalle pagine.
"The Siren" è una storia bellissima, fatta d'amore, quello vero, fatta di mistero, segreti, colpi di scena,una storia dolce, emozionante e anche commovente.
Ho amato "The Siren" e lo consiglio a tutti, una storia che vi conquisterà.

BUONA LETTURA!







3 commenti:

  1. Non ho ancora iniziato la serie ma ne ho tanto sentito parlare bene... prima o poi magari la leggerò anche io ^^

    RispondiElimina
  2. Questi romanzi di Kiera Kass non mi hanno mai attirato, detta proprio sinceramente.
    E' il seguito di qualcun altro?

    RispondiElimina
  3. In secondo luogo, la rolex replica costruzione della cassa del TC utilizza la stessa idea di una superficie piatta piegata orologi replica bruscamente per entrare nel braccialetto che Gerald Genta ha usato con così tanto talento e replica rolex successo. Questa "curva Genta" ci consente di avere un bracciale in metallo perfettamente integrato rispetto agli orologi in cui il bracciale in metallo repliche rolex necessita di un primo collegamento complesso per passare dalla forma piatta alla forma curva della cassa. Se guardi Rolex, che è l'unico marchio imitazioni rolex che padroneggia perfettamente questo esercizio, ci sono voluti 50 anni per migliorare da un fragile pezzo rolex falsi approssimativo di metallo alle meravigliose soluzioni che raggiunge ora. Ma in termini di design, considererei la Rolex replica curva Genta molto più moderna e consequenziale.
    Quindi, su questa base, sta a te sviluppare replica Rolex la tua lingua. E qui, come sempre, si tratta di trovare una forte espressione formale che rimanga replica orologi accessibile e simpatica. Si tratta di essere te stesso e di essere riconoscibile nel mondo degli rolex replica orologi sovraffollato. Si tratta di generare passione. E questa è un'alchimia che nessuno può davvero spiegare orologi replica che succede o meno.

    RispondiElimina