domenica 13 novembre 2016

Recensione / Fahryon - Il suono sacro di arjiam (Parte Prima)


FAHRYON - IL SUONO SACRO DI ARJIAM

DI

DANIELA LOJARRO

PAGINE: 290


«Esisterebbe la luce senza il sole? O il calore senza il fuoco? Il Suono Sacro ha creato il Mondo e noi facciamo parte del Suo canto.»

Nel regno di Arjiam, Fahryon, neofita dell'Ordine sapienziale dell'Uroburo, e Uszrany, cavaliere dell'Ordine militare del Grifo, si trovano coinvolti nello scontro tra gli adepti dell'Armonia e della Malia, due forme di magia che si contendono il dominio sulla vibrazione del Suono Sacro.
Le difficoltà con cui saranno messi a confronto durante la lotta per il possesso di un magico cristallo e del trono del regno, permetteranno ai due giovani di crescere e di diventare consapevoli del loro ruolo e delle loro responsabilità in questa guerra per il potere sul mondo e sugli uomini.

Daniela Lojarro è nata a Torino. Terminati gli studi classici e musicali (canto e pianoforte), vince alcuni concorsi internazionali di canto che le aprono le porte fin da giovanissima a una carriera internazionale sui più prestigiosi palcoscenici in Europa, negli U.S.A., in Sud Corea, in Sud Africa nei ruoli di Lucia di Lammermoor, Gilda in Rigoletto e Violetta in Traviata. Alcuni brani che ha inciso sono entrati nelle colonne sonore di diversi film, fra i quali «The Departed» di M. Scorsese, «Il giovane Toscanini» di F. Zeffirelli e «I shot Andy Wharol» di M. Harron. 
Si dedica anche all’insegnamento del canto e alla musico-terapia come terapista in audio-fonologia, una rieducazione della voce e dell’ascolto rivolta ad adulti o bambini con difficoltà nello sviluppo della lingua oppure ad attori, cantanti, commentatori televisivi, insegnanti, manager per sviluppare le potenzialità vocali.
UNA STORIA COINVOLGENTE FATTA DI MISTERO E MAGIA, UNA STORIA AMBIENTATA IN LUOGHI MERAVIGLIOSI CON PERSONAGGI INDIMENTICABILI

Per prima cosa vorrei ringraziare l'autrice di questo bellissimo romanzo, Daniela Lojarro, che mi ha dato la possibilità di leggerlo, non ho iniziato subito la lettura del romanzo, ma si sa ogni libro ha il suo tempo per essere letto e gustato pagina per pagina.
Non sono una grande divoratrice di fantasy, ne ho letti pochi solo dopo aver letto tutte le varie recensioni ed essermi assicurata che ne sarebbe valsa la pena, infatti inizialmente ho avuto timore che il romanzo fosse stato un po troppo pesante, ma non è stato così, dalla lettura delle prime pagine sono stata rapita dalla storia, una storia piena di fascino e mistero, con personaggi meravigliosi, e luoghi fantastici.
L'autrice è stata molto brava a descrivere i vari personaggi mettendo in rilievo i loro stati d'animo, le loro emozioni, il loro carattere, rendendoli veri, sono stata affascinata anche dai luoghi in cui la storia è ambientata, luoghi meravigliosi, pieni di magia e fascino, durante la lettura ho avuto la sensazione di trovarmi li, ed è questa la sensazione più bella per un lettore, immergersi completamente nella storia sentendosi a stretto contatto con i personaggi e trovarsi con loro in quei posti meravigliosi che solo nei libri possiamo scoprire. 
Un romanzo che mi ha entusiasmata molto, mi ha fatto vivere mille avventure con i vari personaggi e che ho amato fin dalla lettura delle prime pagine.
Da non divoratrice di fantasy ve lo consiglio, un romanzo che dovete leggere se vi piacciono le storie fantastiche piene di mistero e magia.

1 commento:

  1. Cara Annalisa,
    come hai giustamente notato ogni libro ha il suo tempo. Sono felice che ti sia piaciuto e credo che tu abbia scritto nella tua recensione l frase più bella che uno scrittore desideri sentirsi dire: sentirsi rapiti al punto da avere la sensazione di trovarsi "nel" libro. Grazie e ... al prossimo episodio!

    RispondiElimina