lunedì 3 ottobre 2016

Recensione / Prometto di perdere


TITOLO: PROMETTO DI PERDERE

AUTORE: PEDRO CHAGAS FREITAS

EDITORE: GARZANTI

PAGINE: 350

PREZZO: EURO 16,90

Sono stati gli innamorati e i folli a cambiare il mondo

La strada è piena di rumori: le macchine che sfrecciano, le voci dei passanti, i clacson impazziti. Ma l'uomo non sente nulla. È come se tutto il mondo si fosse fermato in un istante. Per lui esiste solo lei. Lei che stranita si guarda intorno mentre il vento le scompiglia i capelli. Non la conosce, ma non importa. Sa di amarla. In fondo per farlo basta guardare i suoi occhi, le sue mani e la sua bocca. L'amore non ha bisogno di altro. L'uomo le si avvicina e le chiede di essere sua per sempre. Lei gli dice di sì. Perché amarsi vuol dire essere folli. Solo allora scoprono i loro nomi, ma già i loro cuori li urlavano. In quel momento lui le fa la promessa più importante. Quella di perdere, di non riuscire a darle sempre quello che desidera, di fare scelte sbagliate. Eppure le promette che non desisterà, non cederà mai solo perché costruire è la strada più complicata. Solo chi non ha mai amato non ha mai perso. 
Ed è allora che comincia la sfida, la sfida che come loro tutti gli amanti devono affrontare, e ogni loro storia insegna qualcosa. Insegna che per restare insieme si devono fare errori. Si deve piangere e litigare, essere deboli, incoerenti e lunatici. La ragione non ha nulla a che fare con i sentimenti. È il sogno la loro giusta dimensione. Bisogna credere nell'impossibile. Perché l'impossibile accade, come nei film e nei libri. Il segreto è trovare le parole. Se si ama qualcuno l'importante è dirlo, ripeterlo, una volta e un'altra volta ancora. E convincere l'altro che l'amore non è una bugia, un'invenzione dei poeti. È dentro ognuno di noi. Basta solo non temere di amare.
Pedro Chagas Freitas ha dato una nuova voce ai sentimenti conquistando i lettori di tutto il mondo. Ora torna con il seguito di Prometto di sbagliare, che ha dominato le classifiche italiane per mesi. Un fenomeno editoriale mondiale che non conosce fine. Perché è facile parlare di amore. Ma nessuno sa farlo come Pedro Chagas Freitas. Nessuno come lui sa descrivere l'amore vero, quello che si spezza e si ricostruisce, che sbaglia, ma non si arrende. Che travolge e lascia senza fiato. L'amore che si cerca ogni giorno, ma che non è una chimera. È lì dietro l'angolo, imperfetto come tutti noi.


Ringrazio la casa editrice Garzanti per avermi omaggiato di questo bellissimo romanzo.
Dopo "prometto di sbagliare" e "prometto di sposarti ogni giorno", Pedro Chagas Freitas ritorna con un nuovo romanzo altrettanto bello e molto riflessivo.
Ho adorato i romanzi di Pedro mi hanno insegnato molto sull' amore e sulla vita, romanzi che toccano il cuore del lettore.
Anche "prometto di perdere" è un romanzo scritto sotto forma di riflessioni personali, tante storie che ci parlano di amore, di vita, di paure, di limiti da superare, l'ho letto tutto d'un fiato ed è stato impossibile non sottolineare le riflessioni più belle (le troverete alla fine della recensione), "prometto di perdere" mi ha insegnato molto, mi ha insegnato che in amore non c'è ragione, che bisogna dirsi tutto senza timore, in amore bisogna correre il rischio altrimenti non c'è amore, l' amore è follia, l' amore e la vita sono fatti di errori, che la vita va vissuta senza pensare alle conseguenze e che bisogna sempre mettersi in gioco e pensare che tutto è possibile, e sopratutto bisogna sognare, la vita è fatta di sogni.
I romanzi di Pedro mi sono piaciuti tutti ma il mio preferito resta "prometto di sposarti ogni giorno", ciò non vuol dire che non abbia amato gli altri due, anzi, solo che "prometto di sposarti ogni giorno" mi ha dato emozioni in più.
Considero questo romanzo come un insegnamento sulla vita e sull'amore, un romanzo fatto di poesia, non è il classico romanzo, la classica storia, ma è poesia, una poesia che fa riflettere e insegna molto.
A me è piaciuto molto e ve lo consiglio.

LE CITAZIONI

Solo chi ama corre il rischio di perdere.


Sono stati gli innamorati e i folli a cambiare il mondo.


Da quand'è che tolleri ciò che non sopporti?


Siamo tutti innamorati e folli.


Prometto di perdere.
Perchè solo chi ama corre il rischio di perdere; gli altri corrono solo il rischio di essere perduti.
Prometto di perdere.
Perchè solo chi non ha mai amato non ha mai perso.


C'è una persona di troppo in una coppia quando c'è l'orgoglio a separarla.


Amare è la metà di quello per cui vale la pena vivere. L'altra metà è essere amati.


Quando ti piace qualcuno lasciati andare con tutto te stesso, con tutto quello che sei, con tutto quello che senti, con tutto quello che hai da dare. Sii romantico, sii sfacciato, sii instancabile, sii sognatore e fai sognare.


Vai con chi ami fino alla fine del mondo, tutti i giorni. Fino all'ultima goccia non è un modo di vivere: è l'unico modo di vivere. Il resto è merda.


Scordati i pregiudizi. Scordati le frasi che ti hanno inculcato come se fossero leggi universali. Che vada al diavolo la società se per causa sua devi rinunciare a ciò che vuoi. Tra la tua salute e quella della società non esitare: scegli la tua.


Segui sempre la tua vita.


Manda a farsi fottere.
Ciò che impone solo divieti, ciò che ti opprime senza motivo, ciò che ti impedisce di respirare.
Chi non ti dona cose nuove tutti i giorni, abbracci nuovi tutti i giorni, esperienze nuove tutti i giorni.
Quello che non comprende l'amore, quello che non comprende l'emozione, quello che è così intellettuale da essere soltanto meccanico.


Un grande uomo è abbastanza perfetto da poter essere capace di proteggere, di difendere, di donarsi, di risolvere; ma deve essere anche abbastanza imperfetto da avere difetti, fragilità, cose che non riesce a fare, lacrime che non può evitare di versare. Un grande uomo è grande abbastanza da non aver paura di essere piccolo. Da li viene la sua grandezza.


Un grande uomo non è solo colui grazie al quale la donna respira; è anche colui che le fa mancare il respiro.


Molti sostengono che il sesso con una strafiga sia meraviglioso. Può essere, miei cari. Può essere. Ma l'amore è molto meglio.


La chiave è sognare.
E cagare sui profeti dell'impossibilità. Su quelli che dicono <<si, ma>>, su quelli che dicono <<non è possibile>>, su quelli che dicono <<non ne siamo capaci>>, su quelli che prima di fare un passo devono sapere cosa andranno a calpestare. Poverini. Non sanno che solo la sorpresa ci coglie impreparati, e solo ciò che ci coglie impreparati ci mantiene vivi.


La chiave è sognare.
E scegliere che stia al tuo fianco chi sappia sognare assieme a te. Chi non ti tarpi le ali alla radice. Chi non ti impedisce di volare senza prima averci almeno tentato. Chi non ti chiuda una porta che nemmeno hai tentato di aprire.


La chiave è sognare. Sognare sempre.
E amare.
Vieni. Voglio sognare per sempre assieme a te.


L'essenza umana, alla fine, è abbastanza semplice da capire. Desiderare quello che non si possiede. E, quando lo si ottiene, continuare a desiderare quello che non si possiede.


Arrivi tu e di nuovo la vita.
Ti amo per sopravvivere a ciò che non è amarti.


Ti amo e basta. Che tu lo voglia o no. Ti amo e basta. E sei presente nella mia vita come il sole o il vento: mi basta espormi a loro per sentirli, per custodirli in me, Mi basta espormi a te per stare con te. E mi basta amarti per espormi a te.
Ti amo e basta: ecco il messaggio più bello che la vita ha da offrirci.


E' impotente solo chi rinuncia a cadere.


Avrei dovuto dire e non ho detto.
All'uomo della mia vita che è l'uomo della mia vita, tutti i giorni, senza sosta, perchè quando si ha la fortuna di amare qualcuno e non lo si dimostra tutti i giorni non è timidezza; è stupidità.


Ho capito di essere tua non appena mi hai detto che eri mio.
E non abbiamo nemmeno avuto bisogno di parole. Si sentiva un silenzio intoccabile nel bel mezzo del caos.


Non negarti mai il piacere, perchè è solo in esso che si rinuncia a morire.


Mi basta l'infinito - per amarti con un po' di tempo.


Tra poesia e pazzia: così devo essere. Così come la vita deve essere.


Ho cercato, durante la mia vita, di fare di tutto per non sbagliare. E adesso so che questo è stato il mio più grande, unico, errore.





2 commenti:

  1. Vorrei leggerli ma ancora non trovo il tempo per farlo ma non vedo l' ora di leggerli tutti e tre!

    RispondiElimina
  2. I libri della Garzanti mi piacciono molto.
    Sembra molto bello!

    RispondiElimina