mercoledì 11 maggio 2016

Lo Strano Viaggio di un Oggetto Smarrito / Recensione / Salvatore basile


LO STRANO VIAGGIO DI UN OGGETTO SMARRITO

DI

SALVATORE BASILE

302 pagine
prezzo euro 16,90 (cartaceo), 9,99 (ebook)
Garzanti Editore

Il mare è agitato e le bandiere rosse sventolano sulla spiaggia. Il piccolo Michele ha corso a perdifiato per tornare presto a casa dopo la scuola, ma quando apre la porta della sua casa nella piccola stazione di Miniera di Mare, trova sua madre di fronte a una valigia aperta. Fra le mani tiene il diario segreto di Michele, un quaderno rosso con la copertina un po’ ammaccata. Con gli occhi pieni di tristezza la donna chiede a suo figlio di poter tenere quel diario. Lo ripone nella valigia, promettendo di restituirlo. Poi, sale sul treno in partenza dalla banchina. Sono passati vent’anni da allora. Michele vive ancora nella piccola casa dentro la stazione ferroviaria. Addosso, la divisa di capostazione di suo padre. Negli occhi, una tristezza assoluta, profonda e lontana. Perché sua madre non è mai più tornata. Michele vuole stare solo, con l’unica compagnia degli oggetti smarriti che vengono trovati ogni giorno nell’unico treno che passa da Miniera di Mare. Perché gli oggetti non se ne vanno, mantengono le promesse, non ti abbandonano. Finché un giorno, sullo stesso treno che aveva portato via sua madre, incastrato tra due sedili, Michele ritrova il suo diario. Non sa come sia possibile, ma Michele sente che è sua madre che l’ha lasciato lì. Per lui. E c’è solo una persona che può aiutarlo: Elena, una ragazza folle e imprevedibile come la vita, che lo spinge a salire su quel treno e ad andare a cercare la verità. E, forse, anche una cura per il suo cuore smarrito. Salvatore Basile ci regala una favola piena di magia, emozione e speranza. Una nuova voce italiana indimenticabile, che disegna un sorriso sul nostro cuore.



"C'è sempre un colore che può illuminare i nostri sogni"

Ho atteso questo splendido romanzo per ben tre mesi, me ne sono innamorata a prima vista e poi grazie alla recensione fatta in anteprima da Sara di Diario di un Sogno la mia voglia di leggerlo è aumentata, ricordo le nostre chiacchierate al telefono su quanto fosse emozionante questo romanzo e la mia grande voglia di leggerlo, una lunga attesa ma ne è valsa la pena, grazie Sara per avermi fatto conoscere questo capolavoro.

<<A proposito. Tu di che colore sei?>>
Michele si sentì spiazzato.
<<Che...che vuoi dire?>>
<<Voglio dire che ognuno di noi, se ci pensa bene, si sente di un colore. Che poi magari cambia a seconda delle giornate, o dei momenti.>>

"Lo strano caso di un oggetto smarrito" è la storia di Michele, da bambino abbandonato dalla madre, e da quel giorno la sua vita cade in preda alla solitudine e al silenzio, una vita di colore grigio. Michele lavora alla stazione del suo piccolo paese Miniera di Mare, e per colmare l'assenza, l'abbandono della madre inizia a collezionare gli oggetti che i viaggiatori smarriscono sul suo treno, fin quando un giorno la sua vita viene illuminata da un raggio di sole, dalla brezza estiva che scaccia via il freddo dell'inverno, nella sua vita entra Elena, una ragazza che ha fatto il patto con la felicità e che porterà Michele a sperare e a metterlo sulle tracce di sua madre.

Se potessi attribuire un colore a questo romanzo direi:
VERDE: perchè fa sperare
ROSA: perchè è di una dolcezza unica
ROSSO: per la voglia di essere amato e di amare che è in Michele
GRIGIO: per la solitudine vissuta da Michele
ARANCIONE: per la gioia di vivere di Elena

Ho amato "lo strano viaggio di un oggetto smarrito" prima di leggerlo, ed è entrato totalmente nel mio cuore dalla lettura delle prime pagine, una storia emozionante ma anche commovente, una storia che mi ha fatto sperare con Michele e che ha fatto nascere in me la gioia di vivere, proprio come Elena.
Elena e Michele, due personaggi che ti restano nel cuore, unici, impossibile da non amare, ho adorato Elena, lei è un uragano, una ragazza speciale che malgrado alcune vicende tristi non si dispera, anzi va avanti, vive la vita, la sua gioia di vivere, la sua esuberanza, il suo "non arrendersi mai" saranno gli elementi che porteranno Michele a cambiare il suo colore, da grigio a rosso.
Un romanzo che va letto, cari lettori non potete perderlo, una favola moderna che vi conquisterà, vi rimarrà nel cuore, emozionante.
Un romanzo che avrà un posto speciale nel mio cuore <3


5 commenti:

  1. Un libro che scalda il cuore, bello, bello, bello!

    RispondiElimina
  2. Prossimamente lo leggerò anche io!

    RispondiElimina
  3. L'ho visto oggi nella vetrina di una libreria e mi è rimasto impresso. Dopo aver letto la tua recensione ancora di più!!

    P.s. Ti ho nominata per il Liebster Award. Ti lascio il link per i dettagli.
    http://unlibronelcassetto.blogspot.it/2016/05/wow-sono-davvero-contenta-di.html

    RispondiElimina
  4. La storia sembra carina.. ma il tuo cagnolino gli ruba tutta la scena! è troppo carino!! *^*

    RispondiElimina
  5. Mi incuriosisce molto anche a me! :)

    Ti ho nominata qui:
    http://dreamsink92.blogspot.it/2016/05/liebster-award-2016.html#more

    Se ti fa piacere partecipare, sei la benvenuta :)

    RispondiElimina