martedì 14 luglio 2020

Recensione - "In ogni mio ricordo" di Gessica C.

TITOLO: In ogni mio ricordo
AUTORE: Gessica C.
PREZZO: € 5,16
EBOOK: € 2,99


Emma è una donna che è sempre stata solare e allegra fino a quando la madre non si è ammalata e lei si è ritrovata sola.
La donna da cui prendere esempio non era più al suo fianco. Soffre tra il passato e il presente, assieme alle sfide e alle lotte che la vita stessa le farà affrontare. Il tutto la porterà agli estremi, fino a perdere anche suo marito David, il quale la lascia per il suo stesso egoismo. Tempo prima che la madre si ammalasse ulteriormente, Emma trova una scatola con dentro moltissime foto e migliaia di lettere. Erano dei suoi genitori. In esse sono contenuti ricordi ormai sbiaditi. Da quel giorno leggendo quelle lettere ricomincia a vivere. Riprende in mano quella vita che un anno prima, aveva lasciato andare. La nuova persona che diverrà, al quel punto lotterà per ciò che vuole. La sua vecchia vita deve essere riconquistata e l'unica maniera per ricominciare a farlo è: "Amare se stessa".

LA MIA RECENSIONE

"In ogni mio ricordo" è uno di quei romanzi che emozionano e che restano nel cuore, una storia profonda che parla di rapporti tra madre e figlia, di perdite, di odio, di rinascita, c'è proprio tutto, un libro che esprime amore ma allo stesso tempo anche odio. 
Le storie come quella di Emma toccano il cuore del lettore, lo emozionano e anche commuovere, inoltre fanno riflettere tanto, Emma infatti ad un punto della sua vita ha subito uno choc, la perdita della madre che le ha tolto la sua solarità portandola nel buio, e proprio dopo questo momento difficile che anche suo marito la lascio ed Emma perde ogni speranza e forza per risollevarsi. "In ogni mio ricordo" insegna che nonostante le negatività che accadono nella vita non dobbiamo abbaterci ma dobbiamo lottare per rinascere e sopratutto amarci e pensare alla nostra felicità. Un libro che consiglio per chi ama le emozioni intense.

ANNALISA 

lunedì 13 luglio 2020

Recensione - "Oltre gli abissi" di Emanuela Riva

TITOLO: Oltre gli abissi
AUTORE: Emanuela Riva
PREZZO: € 5,50
EBOOK: € 0,99


Cris, figlio primogenito di Nettuno, è sempre stato affascinato dal mondo degli esseri umani, specialmente dalle belle ragazze. A causa della sua passione viene esiliato per due lunghi anni sulla Terra. Ma la nostalgia degli abissi scompare quando incontra Kirsten, una misteriosa ragazza che gli fa perdere la testa. Ma Kirsten non è quello che sembra.
Riuscirà l'amore a vincere sulla vendetta?


LA MIA RECENSIONE

"Oltre gli abissi" è un racconto di 74 pagine che parla di tritoni, streghe del mare e magia. Di solito non sono attratta da libri con un numero di pagine al di sotto di duecento perché preferisco le storie abbastanza sviluppate e complesse, ma in questo caso mi sono dovuta ricredere, la storia infatti ha subito catturato la mia attenzione, e in poche pagine l'autrice ha saputo racchiudere una storia che ha proprio tutto, amore, passione, magia e il grande mistero di sirene e tritoni, davvero complimenti all'autrice anche perché non è semplice scrivere storie di questo genere senza cadere nel noioso e nella banalità, la lettura infatti è stata avvincente, coinvolgente e non ha annoiato. La storia è ben costruita, si legge molto velocemente e si vorrebbe non finisse mai. Le storie che parlano di sirene mi hanno sempre incantata e come potevo farmi scappare questo gioiellino? Lo consiglio, vale davvero la pena leggerlo ed immergervi nel mondo magico delle sirene.

ANNALISA 

domenica 12 luglio 2020

Recensione - "Tulle, scorpioni e fantasmi" di Sara Ottavia Carolei

TITOLO: Tulle, scorpioni e fantasmi
AUTORE: Sara Ottavia Carolei
PREZZO: € 13,52
EBOOK: € 2,99


Con un fantasma in cerca di giustizia, troppi segreti nascosti e nessuno disposto a dire la verità, un’attrazione impossibile può rivelarsi il più pericoloso degli ostacoli. O la più irresistibile salvezza?

Amelia Montefiori, vivace esperta di antichità e discendente di una stirpe di streghe, condivide un bell’appartamento a Milano con il gatto Indiana. La sua vita scorre tra valutazioni di oggetti, rituali di magia, party di case d’asta, visite alla libreria di zia Melissa, chiacchiere con il migliore amico Jeff, lezioni di yoga, viaggi avventurosi e la relazione altalenante con l’archeologo Christophe. A stravolgere gli equilibri di Amelia ci penseranno l’incontro con l’enigmatico criminologo Enrico Limardi e la sua richiesta di aiuto per un’indagine che riguarda una facoltosa famiglia milanese e… un fantasma! Mentre l’attrazione impossibile tra lei ed Enrico diventerà sempre più tangibile, il rapido sviluppo degli eventi spingerà la protagonista a usare i propri poteri per risolvere il caso.
Tra mille peripezie, apparizioni soprannaturali, batticuore, scontri, rivelazioni, pericoli e magie, Amelia vestirà per la prima volta i panni dell’investigatrice infaticabile del mistero. Li scoprirà così congeniali da non volerli abbandonare mai più.

LA MIA RECENSIONE

"Tulle, scorpioni e fantasmi" è il primo volume dedicato ai misteri di Amelia Montefiori. Amelia è una ragazza Milanese esperta di antichità, occultismo ma ha anche un grande potere, percepire e mettersi in contatto con gli spiriti, per molti è vista come una strega proprio come tutte le donne della sua famiglia. In "Tulle, scorpioni e fantasmi" Amelia in compagnia del bellissimo criminologo Enrico, si troverà a risolvere il suo primo caso e avrà a che fare con un fantasma non proprio facile da gestire. Il romanzo mi è piaciuto molto, un mix tra giallo, paranormale e un pizzico di romance, con tanto di mistero che tiene il lettore incollato alle pagine fino alla fine.
Amelia è meravigliosa, il suo fascino conquista e il suo carattere forte e determinato la rendono strepitosa, poi aggiungendo il suo potere paranormale diventa un personaggio unico ed è impossibile non affezionarsi a lei. Poi c'è Enrico, lui è l'uomo ideale, quello che tutte le donne vorrebbero al proprio fianco, ve ne innamorerete. La storia è molto intrigante, ricca di sorprese e mistero fino all'ultima pagina, non annoia, anzi si è sempre coinvolti e invogliati a proseguire per poi giungere ad un finale pazzesco, ricco di eventi e colpi di scena. Il finale fa intendere in un seguito che spero ci sarà presto, perché sono curiosa di scoprire tante cose in merito ai personaggi e poi voglio proprio immergermi in una nuova avventura di Amelia Montefiori, Consiglio di leggerlo perché è  un romanzo diverso dal solito, coinvolgente dall'inizio alla fine. Una storia davvero originale.

ANNALISA

giovedì 2 luglio 2020

Recensione - "Vie di fuga" di Lucrezia Sarnari

TITOLO: Vie di fuga
AUTORE: Lucrezia Sarnari
EDITORE: Rizzoli
PREZZO: € 18,00
EBOOK: € 9,99

"Sogna una storia 'alla Jane Austen' da sempre, ma vive Moravia." Non è l'inizio di una commedia romantica ma è la vita di Giulia, trentasette anni e il timore costante di aver scelto la strada sbagliata. L'unica volta che si è sentita in pace con la propria coscienza, perché non ha cercato la fine di una storia prima ancora di viverla e ha sposato suo marito, be' l'amore si è trasformato in quieto affetto. Nel frattempo ha trovato la sua via di fuga dalla realtà, quello che le sembra l'Amore con la "a" maiuscola, e si è incastrata in una conversazione a suon di notifiche che fanno trepidare il cuore, battute brillanti, selfie da inviare con nonchalance e ultimi accessi da controllare. Lui è Carlo, ed è sposato. Essere amanti è romantico solo il primo anno, e ai tempi della messaggistica istantanea solo il primo mese. Perché non c'è niente di peggio delle spunte blu quando lui visualizza e non risponde. Forse. Un giorno Internet salta, i social vanno in down, gli smartphone smettono di funzionare e "sta scrivendo" resta sullo schermo all'infinito. Non sono più i tempi di "Harry ti presento Sally", adesso c'è "Fleabag". E quando tutte le vie di fuga svaniscono e ti ritrovi in un bar di provincia a controllare ossessivamente la connessione che non torna, rimane soltanto una cosa da fare: smettere di rifugiarti nel mondo del "e se?", tirare fuori dal cellulare tutto quello che ci hai nascosto e prendere delle decisioni. Lucrezia Sarnari ci racconta quello che non si osa dire sui sentimenti e sull'amore ai tempi di WhatsApp. Leggendo questa storia inciampiamo nella vita di Giulia ma anche nelle nostre.

LA MIA RECENSIONE

Cosa succederebbe se improvvisamente i vostri cellulari smettessero di funzionare a causa lockdown? Io andrei nel panico e credo che il panico sarebbe a livello mondiale...ecco cosa succede a Giulia, protagonista del romanzo "Vie di fuga" di Lucrezia Sarnari. Giulia è una trentasettenne sposata con Mattia,entrambi professori al liceo, ma Giulia è già da un po che ha una relazione extraconiugale con Carlo, i due si vedono di rado ma la loro conoscenza si approfondisce su whatsapp, quindi pensate il panico di Giulia quando la connessione va via.
Ho amato "Vie di fuga" è stato un romanzo toccasana, una ventata di aria frescache mi ha messa di buon umore e mi ha fatto riflettere sulle varie tematiche che vengono trattate, come l'importanza dei social al giorno d'oggi, il trovarsi in un matrimonio che ormai non da più stimoli ed anche problemi legati all'adolescenza. Il romanzo non si limita a parlare di tradimento, e non ho condannato Giulia per le sue azioni, personalmente l'ho vista come una donna bisognosa di stimoli, di essere considerata, di sentirsi amata ed apprezzata, in fondo è ciò che ogni donna cerca nel proprio partner e quando queste cose iniziano a mancare ci si aggrappa a qualcuno che invece ci fa sentire importanti, in quella persona vediamo finalmente la felicità. Un'altra cosa che viene messa in evidenza è l'importanza dei social al giorno d'oggi, sui social ormai ci si crea una doppia vita, si fanno cose che magari non avremmo mai fatto o detto, nascondendoci dietro uno schermo e senza social quindi ci sentiamo persi, smarriti. Giulia infatti quando va via la connessione si sente in panico, ma allo stesso tempo riesce ad avere contatti reali sopratutto con le sue due amiche, Irene e Francesca, le quali anche loro senza cellulare cedono e finiscono per fare delle confessioni, in fondo la vita reale, quella fatta di sguardi, abbracci, di confessioni davanti ad un caffè è molto meglio di quella virtuale. Ho amato Giulia lei è stata un'amica e anche il riflesso di me stessa, un po bambina, alla ricerca di una via di fuga, fuga dal mondo degli adulti. Di Giulia ho apprezzato la sua voglia di raggiungere la felicità pur andando contro tutti...brava Giulia mi hai conquistata.
Il finale è stato sorprendente e un po ci speravo che andasse così...perché? Beh leggete il libro e lo scoprirete. "Vie di fuga" ha il potere di coinvolgere il lettore nella vita dei personaggi, non ci si sofferma sulla storia in quanto tale ma si va in fondo, si analizza ogni personaggio, ogni evento, perché agisce così? Io cosa avrei fatto al suo posto? Secondo me un buon libro deve avere questo potere, coinvolgere il lettore ad andare oltre la storia narrata. Vi consiglio di leggerlo perché è un libro pieno di significato e vi coinvolgerà molto oltre a farvi passare dei momenti davvero piacevoli insieme ai personaggi.

ANNALISA

domenica 14 giugno 2020

Recensione - "Mentre la vita corre" di Beatrice Mariani

TITOLO: Mentre la vita corre
AUTORE: Beatrice Mariani
EDITORE: Sperling & Kupfer
PREZZO: € 16,90
EBOOK: € 9,99

Elisa e Stefano, romani, quarantenni già da un po', si svegliano ogni mattina con un solo scopo: portare avanti le proprie famiglie complicate. Si incontrano sul lavoro per caso, complici una collega in ferie e delle tabelle da compilare in fretta. Finiscono a letto senza farsi domande e soprattutto senza nessun piano per il dopo. Entrambi già feriti dalla vita, sono immersi e sommersi in una quotidianità senza respiro. Per lei: un ex marito difficile da odiare anche se ha messo incinta un'altra donna, due figli piccoli, una madre invadente che dispensa consigli non richiesti e una montagna di sensi di colpa. Per lui: una figlia adolescente tanto ribelle quanto bisognosa di affetto, un'ex moglie rancorosa e una carriera di successo e fatica nella quale dimenticare tutto quello che non va, compreso se stesso. Troppo pericoloso mescolare questi due mondi già in equilibrio precario: il rischio di esplosione è altissimo. Nel tentativo di dimenticarsi, finiscono però per avvicinarsi sempre di più. L'esistenza, si sa, ama i colpi di scena e li aspetterà al varco con tragedie inaspettate e cambiamenti repentini. Un romanzo contemporaneo che racconta di noi e delle nostre fragilità, di quanto sia difficile dare una seconda chance alla vita quando il passato pesa come un macigno. Una possibilità, forse l'unica, c'è. Ed è l'amore.

LA MIA RECENSIONE

Elisa e Stefano sono due quarantenni di Roma che vivono una vita semplice, normale, caotica tra il lavoro e i figli, entrambi sono separati ed imbattersi in una nuova relazione è il loro ultimo pensiero, ma poi la vita incrocia il loro cammino e dovranno fare i conti con i sentimenti che crescono sempre di più e le problematiche che investono le loro rispettive vite.
"Mentre la vita corre" è un romanzo che mi è piaciuto molto, ho già letto il primo libro dell'autrice "Una ragazza Inglese" il quale mi conquistò del tutto e questo nuovo romanzo non è da meno, anzi...la storia di Elisa e Stefano è riuscita a coinvolgermi totalmente. 
La cosa che ho apprezzato del romanzo è stata la naturalezza e la veridicità della storia, mi sono trovata davanti una storia che può assolutamente accadere nella vita reale, una storia che chissà quante volte è accaduta, sta accadendo e accadrà, e questo che ha reso il libro di una grande bellezza, a volte si è stufi di leggere i classici romanzi dove la storia va oltre il reale, dove tutto è amplificato, tutto è possibile e sembra quasi di trovarsi in una favola, "Mentre la vita corre" invece è un qualcosa di diverso, mi è sembrato di leggere la storia d'amore di un'amica, un qualcosa di vero ed anche i personaggi lo sono diventati, Elisa e Stefano per me sono stati degli amici i quali hanno messo su carta le loro vite, il loro amore, le loro emozioni, si va oltre il semplice personaggio di un romanzo, si assiste alla loro quotidianità, e poi nel romanzo oltre all'amore c'è anche il tema genitori - figli, le fragilità che nascono dopo una separazione, le paure. Un romanzo bellissimo che vi conquisterà. La storia è molto scorrevole, coinvolgente fin dall'inizio, e come ho già detto tutto diventa reale, sopratutto i personaggi e ogni capitolo invoglia a proseguire per poi vedere la parola "fine" e restarci male perchè quando una storia conquista si vorrebbe non finisse più.
Lo consiglio e vi consiglio anche il primo romanzo di Beatrice Mariani, la sua scrittura è molto delicata e racconta storie bellissime.
ANNALISA

domenica 7 giugno 2020

Recensione - "Bunny" di Mona Awad

TITOLO: Bunny
AUTORE: Mona Awad
EDITORE: Fandango
PREZZO: 18,50 €
EBOOK: 9,99 €

Samantha Heather Mackey è un'assoluta outsider alla Warren University dove frequenta un corso iperselettivo di scrittura creativa. La fantasia di Samantha è molto più cupa di quella della maggior parte degli studenti del suo anno, tanto più quando si tratta del gruppetto di ragazze ricche e vestite di colori pastello che incontra sempre a lezione. Tra loro si chiamano Bunny, "coniglietta", e passano il tempo a mangiare mini cupcake, a dirsi l'un l'altra quanto siano straordinarie e a darsi abbracci di gruppo: sembrano la reincarnazione zuccherosa di Piccole donne e ignorano strenuamente Samantha. Ma tutto sembra cambiare quando un giorno la protagonista riceve l'invito a un loro riservatissimo party e decide di andare piantando in asso Ava, una caustica ex studentessa d'arte che detesta tutto quello che riguarda la Warren e che è anche la sua unica amica. Da quando si sono conosciute, loro due hanno passato ogni singolo giorno insieme, partecipando come coppia al corso di tango e ballando sul tetto della casa di Ava. Ma quando Samantha varcherà la soglia che conduce al mondo Bunny, tutto prenderà una piega imprevista e la protagonista verrà a conoscenza dei "rituali" che trasformano delle placide studentesse in creature mostruose.

LA MIA RECENSIONE

Samantha frequenta una delle Università di scrittura creativa più note ed importanti, la Warren, lei è una ragazza un po cupa che sta sempre per i fatti suoi e prova odio verso un gruppo di ragazze che al contrario sono molto luminose, colorate e si fanno notarte, le Bunny le chiamano. Un giorno le arriva un invito proprio dalle Bunny le quali la invitano ad un loro party. Samantha per curiosità decide di partecipare piantando in asso la sua amica Ava, e da quella sera inizia a frequentarle assiduamente. Gli incontri con le Bunny non sono semplici riunioni tra amiche, c'è un segreto un po macabro che nascondono...cosa sarà?
Ho avuto un rapporto un po strano con "Bunny" e non si sta rivelando semplice recensirlo, il libro è diviso in tre parti, la prima parte non mi è piaciuta, alcuni capitoli li ho trovati molto lenti e ho quasi deciso di interrompere la lettura ma poi qualcosa dentro di me, una vocina, mi spingeva ad andare avanti perché la voglia di scoprire cosa nascondono le Bunny è stata molto forte cosi un po alla volta ho proseguito la lettura, alcune parti sono state anche un po incomprensibili, leggevo e mi chiedevo "ma cosa sta accadendo? Ma il filo di tutto?", al termine della prima parte la storia è iniziata a diventare più interessante, più coinvolgente, e così anche la terza parte anche se ad esser sincera la terza parte mi ha tratta in una confusione totale, i tanti eventi, la pazzia dei fatti, la follia dei personaggi mi hanno un po disorientata. Mi aspettavo di più da questo romanzo, non mi ha convinta del tutto ne coinvolta, il coinvolgimento arriva solo a metà libro perché c'è questo segreto folle e oscuro che il lettore vuole conoscere, ed è questo che non fa interrompere la lettura, ma ci sono anche alcuni punti positivi, la storia raccontata è geniale, fuori dal comune, una storia che rimane impressa sopratutto per la follia che la domina, solo un genio può comporre una storia del genere con tanti personaggi insoliti e folli, distinguendo con precisione i loro caratteri. Ho odiato il personaggio di Samantha, lei non mi ha dato nulla, e' stata passiva, non ha reagito alle follie commesse, ha solo accettato strani cocktail e pasticche che le offrivano le Bunny, per me è stata un personaggio senza carattere, per quanto riguarda le Bunny invece inizialmente le ho adorate, sopratutto il loro look ma poi la loro pazzia ha superato il limite e mi hanno messo inquietudine e trasmesso odio.
Non mi sento di sconsigliarne la lettura perché alla fine è una storia che si fa leggere che trasmette curiosità nello scoprire i fatti, e poi è una storia geniale che bisogna leggere nonostante alcuni punti negativi che magari per voi tanto negativi non saranno, quindi se siete curiosi leggetelo perché alla fin fine è una storia che merita e sopratutto preparatevi alla follia allo stato puro.

ANNALISA

martedì 19 maggio 2020

Recensione - "Una storia straordinaria" di Diego Galdino

TITOLO: Una storia straordinaria
AUTORE: Diego Galdino
EDITORE: Leggereditore
PREZZO: € 9,90
EBOOK: € 4,99


Luca e Silvia sono due ragazzi come tanti che vivono vite normali, apparen¬temente distanti. Eppure ogni giorno si sfiorano, si ascoltano, si vedono. I sensi percepiscono la presenza dell’altro sen¬za riconoscersi, fino a quando qualcosa interrompe il flusso costante della vita: Luca perde la vista e Silvia viene ag¬gredita in un parcheggio. La loro vita, sconvolta, li porta a chiudersi in un’al¬tra realtà e il destino sembra dimenti¬carsi di loro. Tuttavia, due anni dopo, la loro grande passione, il cinema, li fa incontrare per la prima volta e Luca e Silvia finiscono seduti uno accanto all’altra alla prima di un film d’amore. I due protagonisti, feriti dalle vicissitu¬dini degli eventi passati, si ritrovano, così, loro malgrado, a vivere una storia fuori dall’ordinario.
Ma l’amore può essere tanto potente da superare i confini dei nostri limiti e delle nostre paure? E il destino, quando trova due anime gemelle, riesce a farle rialzare e camminare insieme? Un’intensa e romantica storia d’amore attraverso i cinque sensi, il cinema e una Roma piena di fascino e magia che rendono questa storia straordinaria.


LA MIA RECENSIONE

"Una storia straordinaria" è la bellissima storia d'amore tra Luca e Silvia, due ragazzi con i quali la vita non è stata molto buona, entrambi devono fare i conti con i loro incubi, chiusi in se stessi con la consapevolezza che nessuno riuscirà a salvarli ma il loro incontro cambia tutto. 
Mi sono innamorata di Silvia e Luca, mi hanno fatto vivere davvero una storia straordinaria, una di quelle storie da favola che fa sognare e sopratutto da tanta speranza, infatti i due protagonisti devono fare i conti con una quotidianità non tanto facile, rassegnati al loro destino cupo si chiudono in se stessi ma quando tutto sembra buio ecco che c'è un barlume di luce, la luce dell'amore, un amore potente, dolce, che guarisce.
Alla base del romanzo c'è l'amore, l'autore ne parla con una bravura da trasmetterlo al lettore, ci sono tante riflessioni stupende che mi hanno emozionata, e sopratutto è stato impossibile non evidenziarle, ma ciò che emoziona di più è il rapporto tra Silvia e Luca, loro rappresentano tutti noi, le nostre fragilità, le nostre paure, la nostra voglia di andare avanti, insegnano che anche se viviamo momenti brutti non bisogna arrendersi e sopratutto bisogna avere speranza che qualcosa di bello possa sempre accadere.
E' la prima volta che leggo un romanzo di Diego Galdino, e me ne sono innamorata fin dalle prime pagine, una storia delicata, dolce, molto profonda, pensate che ho recuperato anche gli altri romanzi dell'autore, il suo modo di scrivere è poetico, da rendere unica una storia. E' stata bellissima anche la descrizione di Roma, leggendo le pagine del libro sembrava mi trovassi li anche io tra le strade di Roma, e mi ha fatto venir voglia di ritornarci.
Consiglio a tutti di leggerlo perchè vi emozionerà, vi trasmetterà tanto amore, e vi farà innamorare della vita.
ANNALISA